C.so Libertà, 225

Vercelli (su appuntamento)

.

 
 
Via Liutprando, 8

Casale Monferrato (AL)

.

 

Vercelli 377 9632173

Casale M. 391 7496886

 

 
 

UN DRAMMA ANNUNCIATO! E’ VOI COSA FATE?

Sulla stampa del (23/06/2017) http://www.lastampa.it/2017/06/23/italia/cronache/anziani-non-autosufficienti-e-la-battaglia-per-lassistenza-un-dramma-per-mila-famiglie-xHr5QIpjagTSCJ1oeXIXjM/pagina.html c’è un servizio che parla dell’emergenza anziani non autosufficienti, ormai annaualmente con l’arrivo dell’estate si parla sempre di anziani soli abbandonati, famiglie che non sanno come affrontare i problemi, ormai è un tormentone estitivo che puntualmente sparisce con l’inizio di settembre. Purtroppo questo approccio dei media a questo problema è sintomatico della nostra società. Molto persone si puliscono la coscienza sbandierando il problema ai quattro venti, invocando  soluzioni da parte dello stato “cattivo” salvo metterlo in soffitta dopo un mese, perchè dopo un po di tempo diventa noiso parlare di un problema che nessuno vuole risolverlo prima di tutto il lettore! Perchè è un scomoda verità ma bisogna dirlo,  la maggior parte di noi non vuole trovare un problema a questa emergenza, spera sempre che il problema sia del vicino dell’amico ma non suo.

Quando capita noi, imprenchiamo alla sorte, poi puntualmente diamo colpa allo stato dimenticandoci che lo stato siamo noi. Quando paghiamo in nero la persona che viene a svolgere i lavori domestici perchè noi siamo oberati con il nostro lavoro, creiamo le condizioni perchè lo stato non possa erogare i servizi per noi e per i nostri cari!!  Aggiungo quando paghiamo in nero la badante perchè assista i nostri cari creaimo, le condizioni perchè un domani non molto lontano lo stato non avrà le capacità economiche per  pagare i nostri servizi assistenziali. Pertanto lamentarsi di una condizione sociale che noi in primis abbiamo creato è inutile. Allora cosa fare? Non bisogna essere dei maghi o laureati con tanto di master in economia per capire che la coperta dello stato si’è ristretta (anche per colpa nostra visto il pagamento in “ nero” è un malcostume prettamente italiano). Lo stato già si trova in difficoltà oggi e domani sarà impossibilitato coprire per intero l’assistenza agli anziani, pertanto bisogna impegnarsi a trovare il giusto equilibrio tra l’essere care giver ed affidarsi a soluzioni esterne.

I servizi domiciliari di badante convivente o non convivente, servizi di veglia notturan sono le “soluzioni esterne”. Possono consentire alla famiglia di non sborsare  rette da 3.000,00 € e di avere un valido aiuto nella gestione dei propri cari non autosufficienti.  Vi ricordo che il nostro personale è regolarmente pagato e vengono versati i contributi del caso.  Su questo aspetto voglio insistere,  scegliete chi volete ma l’importante che sia una realtà che paga le tasse ed i contributi in modo tale da spezzare questa spirale del lavoro nero, se no il problema della mancanza di servizio da parte dello stato aumentara ulteriormente,  non toccherà più solo l’assistenza agli anziani autosufficienti ma anche altri servizi che oggi diamo per scontato. Concludo che la nostra realtà sta creando collaborazioni con professionisti nel campo assicurativo per venire incontro ai loro clienti e dare un servizio di consulenza ai nostri.

Join the conversation

Richiesta Informazioni


Privacy Policy